Giovedì, Febbraio 6, 2014

Torino tra turismo e cultura

mole.jpg

Torino: città raffinata e moderna che gode di un patrimonio storico-artistico-culturale di grande rilevanza. La città è stata protagonista assoluta ai tempi del Risorgimento, quando diventò la prima capitale della nazione unita, ospitando il Parlamento. Ebbe un ruolo di primo piano nelle vicende politico economiche dell’Italia. Se volessimo raccontare Torino attraverso i suoi monumenti dovremmo iniziare dalla Mole Antonelliana. Immagine della città in tutto il mondo: con i suoi 167 metri di altezza è l’edificio più alto. Fu realizzata dall’architetto Alessandro Antonelli, la costruzione iniziò nel 1863 e rappresentò per moltissimo tempo il volto moderno della città, rimanendo per molti anni l’edificio più alto d’Europa. Oggi, chi giunge a Torino non può assolutamente mancare la visita alla Mole che offre uno sguardo mozzafiato sulla città. All’interno della struttura è ospitato dal 2000 uno splendido Museo del Cinema.

Torino offre oltre 40 siti culturali tra chiese, monumenti e regge sabaude di grande bellezza. Numerosi i palazzi del centro storico di grande interesse tra cui: Palazzo Reale, Palazzo Madama, Palazzo Chiablese, Palazzo Carignano ed il Palazzo del Senato Sabaudo.

madama.jpg

Egregio rappresentante del Barocco in Italia, Palazzo Carignano ospita oggi il Museo Nazionale del Risorgimento. Numerose la Chiese di grande valore e testimonianza della grande fede della città: la Basilica di Superga, la Chiesa della Santissima Trinità, la Chiesa di San Giovanni, la Chiesa di San Lorenzo. Moltissimi gli architetti che hanno lavorato in città: quello che ha maggiormente contribuito a disegnare il meraviglioso profilo di Torino è Filippo Juvarra. L’architetto abbellì il Palazzo Reale, costruì numerosi palazzi e realizzò il progetto dell’incantevole Palazzina di Caccia di Stupinigi. Progettò la Chiesa di Santa Croce e la splendida Basilica di Superga. Gian Giacomo Plantery e Michelangelo Garove progettarono il palazzo Cavour e il Castello di Venaria. Non è un caso che negli ultimi anni il turismo nel capoluogo piemontese sia molto incrementato e non mancano le possibilità di pernottamento con hotel e residence a Torino.

venaria.jpg

Le risorse di questa meravigliosa città sono infinite: Torino è disseminata di parchi naturali in cui godere del contatto con la natura. Il verde pubblico è difeso e valorizzato e rappresenta un enorme patrimonio, che misura anche il suo grado di civiltà: i Giardini Reali, il Parco Ruffini, il Parco Valentino, il Parco Vallette, il parco Sempione rappresentano oasi di verde in cui respirare aria pulita e rilassarsi. Il Parco del Valentino è il più antico della città: le sue origini risalgono al 1600. Oltre ad accogliere numerose specie di alberi è dotato di piste ciclabili ed ampi spazi in cui è possibile fare sport, camminare o rilassarsi. Al suo interno il castello del Valentino, il Borgo e la Rocca Medievale e il complesso di Torino esposizioni. Nonostante la sua fama il parco del Valentino non ha una grandissima estensione. Il più grande della città è infatti quello della Pellerina.